martedì 2 febbraio 2016

TESSERAMENTO CGIL 2016

Oggi la difesa del lavoro e dei lavoratori è una priorità. Insieme possiamo dare un segnale forte, iscriviti alla CGIL
Perché iscriversi alla CGIL?
Per sostenere e dare forza ai tuoi diritti ed ai delegati che li rappresentano in Regione Campania.
Per iscriverti rivolgiti al delegato della tua sede oppure scrivi a lucianonazzaro@gmail.com

giovedì 21 gennaio 2016

ASSEMBLEE SINDACALI CGIL

Si informa che la FP CGIL ha provveduto a convocare le seguenti Assemblee sindacali dei propri iscritti e simpatizzanti:
  1. VIA DON BOSCO22 gennaio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sala riunioni piano terra;
  2. CASERTA25 gennaio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sede ex CIAPI primo piano stanza n. 115;
  3. S. LUCIA26 gennaio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sala riunioni primo piano stanza n. 67;
  4. BENEVENTO27 gennaio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sede P.zza Gramazio sala riunioni piano terra;
  5. VIA MARINA29 gennaio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sala riunioni primo piano;
  6. CENTRO DIREZIONALE NAPOLI1 febbraio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso Isola A6 piano terra;
  7. SALERNO4 febbraio dalle ore 11.30 alle ore 13.30, presso sede via Porto sala riunioni piano terra.
All'ordine del giorno:
  • progressioni orizzontali;
  • prospettive di riconoscimento personale in posizione apicale;
  • valutazione effetti nuovo Contratto decentrato integrativo;
  • integrazione flessibilità orario di lavoro;
  • servizi e convenzioni CGIL;
  • varie ed eventuali.
Si ricorda che per la partecipazione alle assemblee è possibile fruire del relativo permesso (art. 56 CCNL 14/09/2000).

domenica 17 gennaio 2016

CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI DEL LAVORO


LA CGIL LANCIA UN NUOVO STATUTO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI

Lunedì 18 gennaio il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, terrà una conferenza stampa per presentare la Carta dei Diritti Universali del Lavoro, ovvero un nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori.

Una raccolta di norme destinate a tutto il mondo del lavoro, subordinato e autonomo, che a partire dai prossimi giorni sarà al centro delle assemblee nei luoghi di lavoro e dei pensionati, per la consultazione straordinaria delle iscritte e degli iscritti alla Cgil. L’obiettivo è ambizioso: far diventare la Carta una legge d’iniziativa popolare per ridare dignità a tutti i lavoratori e a tutte le lavoratrici.

Il nuovo Statuto vuole innovare gli strumenti contrattuali preservando quei diritti fondamentali che devono essere riconosciuti ed estesi a tutti, senza distinzione, indipendentemente dalla tipologia lavorativa o contrattuale, perché inderogabili e universali. Diritti che vanno dal compenso equo e proporzionato alla libertà di espressione, dal diritto alla sicurezza al diritto al riposo, ma anche alle pari opportunità e alla formazione permanente, un aggiornamento costante di saperi e competenze.

Per ricostruire un diritto del lavoro a tutela della parte più debole nel rapporto di lavoro.

SCARICA LA CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI DEL LAVORO

sabato 16 gennaio 2016

ACCORDO PER LA PROGRESSIONE ORIZZONTALE

Di seguito la nota relativa alle precisazioni affrontate nell'incontro del 12 gennaio ed il conseguente testo aggiornato dell'Accordo sulla progressione orizzontale.

ASSICURAZIONE RESPONSABILITA' PROFESSIONALE

Si informa che la FP CGIL ha stipulato una Convenzione che offre ai propri iscritti una copertura assicurativa per la responsabilità professionale a condizioni molto vantaggiose.
Caratteristiche principali della convenzione: 
  • compagnia assicurativa: “Lloyd’s of London”; 
  • copertura assicurativa non solo per i danni verso terzi, ma soprattutto per le ipotesi di danno erariale e per quello amministrativo-contabile;
  • massimali da 1 - 2,5 - 5 milioni di euro;
  • retroattività della copertura assicurativa al 30 Giugno 2003;
  • assistenza legale inclusa.
Di seguito è possibile scaricare un vademecum informativo
SCARICA IL VADEMECUM 

Per richiedere ulteriori informazioni:
Mail: fpcgil.aziendale@regione.campania.it   -  lucianonazzaro@gmail.com
tel: 081/7962156  -  Cell: 348 8799655
Cordiali saluti

martedì 5 gennaio 2016

EFFETTI DEL NUOVO CONTRATTO DECENTRATO SULLE BUSTE PAGA 2015

Il momento più rilevante e complicato nell'attività sindacale dell'anno 2015 è stato probabilmente quello relativo alla negoziazione ed alla sottoscrizione del nuovo Contratto decentrato integrativo.
In particolare l'eliminazione della indennità di turnazione e di quella di rischio (per la fattispecie videoterminalista) ha suscitato da subito, nella maggioranza del personale coinvolto, non pochi malumori, preoccupazioni e critiche, anche aspre, verso le Organizzazioni sindacali firmatarie del citato contratto.
Il timore era quello di perdere soldi in busta paga, e senza comprendere i motivi di questa revisione contrattuale che appariva soltanto rischiosa.
La necessità di fare un nuovo contratto, di sostituire le citate indennità attraverso altri istituti contrattuali,   si può così sintetizzare: a seguito delle contestazioni ricevute dal Commissario per la stabilizzazione finanziaria, ogni ulteriore anno di vigenza del precedente contratto avrebbe comportato, a carico dei lavoratori della Regione Campania, il sorgere di un ulteriore debito di oltre 2 milioni di euro, da aggiungersi ai 13 milioni già accumulati e da restituirsi in 6 rate su altrettante annualità di Fondi per le risorse decentrate. E' sufficiente leggere gli atti di costituzione del Fondo 2015 per trovarne conferma.
Al di là della urgenza della variazione, la CGIL ha sempre sostenuto che il nuovo Contratto decentrato non avrebbe comunque comportato alcuna perdita economica. E dopo la conclusione del 2015 possiamo finalmente tirare le prime somme e verificare cosa sia accaduto sulle retribuzioni dei circa 3.000 lavoratori interessati.
L'analisi complessiva condotta da questa Organizzazione sulle buste paga dell'anno 2015 conferma, alla prova dei fatti, che le variazioni contrattuali non solo non hanno causato perdite economiche, ma nel 2015 hanno invece determinato un incremento salariale.
Infatti, conti alla mano, i cedolini evidenziano che il totale delle voci accessorie 2015 è generalmente cresciuto di circa 600/800 euro (+ 10,5 - 14%) rispetto all'anno precedente.
E reputiamo che per l'anno 2016, in considerazione della realizzazione delle progressioni orizzontali e della possibilità di utilizzare le economie della produttività, si possa essere altrettanto fiduciosi.

Nonostante i citati dati, comunque positivi, resta inalterato e costante l'impegno della FP CGIL finalizzato a migliorare gli aspetti non impeccabili di questo contratto, così come le questioni non ancora disciplinate.


INVIO FILE